fbpx

Casa Benna

Il vino sfuso di Casa Benna

La tradizione di preparare le proprie bottiglie a casa è molto radicata nel nostro territorio. Magari incontrarsi in famiglia, passare una giornata di festa mentre si imbottiglia il vino sfuso tutti insieme.

Se anche a te piace la tradizione e piace imbottigliare il tuo vino, abbiamo a disposizione una parte dei nostri vini disponibili alla vendita come vino sfuso in damigiane o canestri.

I nostri vini sfusi

  • Gutturnio Vivace

  • Gutturnio Fermo

  • Ortrugo Vivace

  • Monterosso val d'Arda Vivace

  • Malvasia Secca Ferma

Qualora volessi imbottigliare i nostri vini vivaci, ti consigliamo di effettuare l’imbottigliamento prima dell’arrivo della stagione calda. Essendo vini che devono rifermentare in bottiglia, in questo modo si evitano le rifermentazioni in damigiana.

Se sei alle prime armi e non hai a disposizione i recipienti, ti forniamo le damigiane da 34 o 54 litri dietro al pagamento di una cauzione che verrà rimborsata quando la damigiana sarà resa. Sono inoltre disponibili canestri a perdere per piccoli quantitativi.

Previo preavviso, via mail o telefono, possiamo riceverti in Azienda e riempiamo direttamente le tue damigiane o i canestri con i vini.

In Marzo e Aprile effettuiamo consegne a domicilio nelle province limitrofe. Se sei interessato ad una consegna a domicilio contattaci quanto prima per concordare le modalità e permetterci di raggruppare al meglio i viaggi.

Richiedi informazioni

    Note tecniche

    Il vino è vivo e risente di molteplici fattori. Imbottiglia il vino sfuso appena possibile, in una giornata soleggiata e senza vento e assicurati che le bottiglie utilizzate siano sanificate con prodotti appositi e perfettamente asciutte.

    Il riempimento deve essere effettuato con attrezzatura perfettamente pulita e sanificata, mantenendo lo spazio necessario tra vino e tappo per permettere la dilatazione del liquido.

    Per i vini vivaci ti raccomandiamo l’utilizzo di bottiglie spesse e tappi in sughero di qualità, specificatamente per frizzanti, oppure tappi a fungo e gabbietta, o infine tappi a corona con bidule.

    Per i vini fermi invece ti consigliamo un tappo in sughero di qualità, che permetterà un affinamento migliore permettendo una micro-ossigenazione.

    Per entrambi i vini ti consigliamo di mantenere le bottiglie in posizione verticale. I vini vivaci, una volta imbottigliati, appena le temperature medie superano i 15-18 gradi inizieranno la rifermentazione, processo durante il quale, gli zuccheri naturalmente presenti nel vino vengono trasformati dai lieviti in alcool e anidride carbonica. Durante questo processo il vino si intorbidisce.

    Terminata la fermentazione, i lieviti precipitano creando un leggero fondo, il vino si illimpidisce ed è pronto per essere degustato.

    Conserva  i vini in un locale con ridotta escursione termica, al riparo da luce, fonti di calore o cattivi odori.

    0